3 giugno 2011

Circuito Auto-Scanner per ricevitore meteo LX.1163 di Nuova Elettronica




Circuito Auto-Scanner per ricevitore meteo LX.1163 di Nuova Elettronica

Il circuito descritto permette di inserire la funzione di auto scanner sul ricevitore meteo di Nuova Elettronica LX.1163.

Il ricevitore, senza alcuna modifica, consente la scansione della banda 137MHz solo premendo 
l’apposito pulsante “START POLARI” posto sul frontale dell’apparecchio.

Una volta trovato un satellite, tramite l’identificazione del tono a 2400Hz, la scansione si blocca e il 
ricevitore consente la stabile ricezione del satellite in quel momento in transito.

Cessato pero’ il segnale la scansione del ricevitore non riparte in modo automatico ma e’ necessario 
ripremere il pulsante “START POLARI” per riavviarla; cio’ e’ abbastanza scomodo specie se si vuole lasciare il ricevitore in ascolto per parecchie ore quando si e’ assenti.

Un altro dei vantaggi di questo semplice circuito da abbinare al ricevitore meteo di N.E. e’ la sicurezza di ricevere lo stesso satellite senza troppe righe sull’immagine.

C’e’ da dire infatti che pur inserendo la scansione automatica se non fosse stato previsto un ritardo sulla ripartenza della scansione ci sarebbero stati 2 problemi:

1- la possibilita’ che durante la ripartenza della scansione il ricevitore si blocchi su un altro satellite che in quel momento sta transitando oltre quello precedentemente ricevuto; non e’ raro infatti che possano transitare sulla nostra posizione 2 satelliti NOAA contemporanei, ovviamente su azimuth
diversi

2- il disturbo di una banda a righe nere abbastanza spessa sulla mappa, dovuta alla ricezione di rumore durante il tempo di scansione del ricevitore per ritornare sulla frequenza precedente.

Col circuito di seguito illustrato, avremmo la possibilita’ di avere la funzione di scan automatica con in aggiunta la regolazione di un ritardo per la ripartenza della stessa, variabile da circa 20sec a circa 35sec tramite l’apposito trimmer.

La realizzazione e’ abbastanza semplice e ritengo sia alla portata di chiunque sappia utilizzare un saldatore e abbia un po’ di dimestichezza con i circuiti.

Vediamo come funziona il circuito.


Nel punto di incontro delle resistenza R5 e R6 dello schema del ricevitore, e’ presente il livello logico (alto o basso) del piedino 8 dell’integrato NE567.

All’accensione quando il ricevitore sara’ in scansione e non avra’ ancora identificato nessun satellite, tramite il tono 2400Hz, il livello logico del piedino 8 dell’integrato NE567 risultera’ alto, pertanto la tensione presente in questo punto (R5/R6) transitera’ attraverso la resistenza da 470Kohm ed il trimmer da 220Kohm, andra’ a caricare pian piano il condensatore elettrolitico da 470uF e transitera’ attraverso il diodo D2 e la resistenza da 10K, e solo quando sulla base del transistor saranno presenti 0,66V quest’ultimo si portera’ in conduzione chiudendo a massa il collettore, che collegato nel punto di incontro R4 e P1 dello schema originale del ricevitore fara’ ripartire la scansione.

Tenete presente che appena acceso il ricevitore la scansione del ricevitore non partira’ 
immediatamente ma saranno necessari alcuni secondi, ovvero fino a quando il transistor non andra’ in conduzione; se volete far partire la scansione immediatamente potete premere il pulsante
“START POLARI” del ricevitore.

Cosa succede invece quando il ricevitore identifica un satellite NOAA:

L’integrato NE567 ricevendo la nota a 2400Hz portera’ a livello logico basso il piedino 8 e il diodo 
D1 collegato con il catodo nel punto R5/R6 condurra’ facendo scaricare immediatamente il condensatore da 470uF, che smettera’ di far condurre il transistor BC237 facendo arrestare in questo modo la scansione.

In questa situazione se il satellite ruotando nella sua orbita verra’ ricevuto attenuato o con segnale nullo, dipende molto dalla vostra antenna, il ricevitore non fara’ ripartire subito la scansione, ma attendera’ un tempo di ritardo regolato dal trimmer da 220K; al minimo avremmo circa 20sec, mentre al massimo circa 35sec, che sono decisamente sufficienti per far capire al ricevitore che il satellite non e’ piu’ acquisibile dalla nostra antenna. Ripartira’ cosi’ la scansione del ricevitore alla ricerca di un altro satellite polare.

Data la facilita’ del circuito non ho ritenuto opportuno realizzare un circuito stampato ed e’ stato 
montato in poco tempo su una piccola basetta millefori.

Le foto di seguito mostrano come e dove va collegato il circuito sul circuito del ricevitore.


Saranno sufficienti 3 spezzoni di filo sottile per riuscire nel collegamento.


Per fissare il circuitino sullo stampato del ricevitore ho inserito una goccia di colla a caldo e poggiato sopra il circuito si fissa in modo stabile.

73
Roberto IS0GRB
Posta un commento